I trend del fitness: un ritorno al passato per guardare al futuro

Sicuramente per questo anno non sarà facile definire i trend del fitness, soprattutto perchè i grandi centri nevralgici e punti di scambio interculturale del mondo dello sport come il Rimini Wellness e il Fibo lo scorso anno hanno risentito della pandemia, e nel prossimo futuro le condizioni non si prospettano incoraggianti.
Al contrario l’home fitness e i negozi di vendita online hanno subito un trend crescente di acquisti da parte dai privati, che con il lockdown hanno creato vere e proprie palestre in casa con tutto ciò che potesse essere utile per allenarsi.

Come abbiamo scritto nel precedente articolo  non sarà un anno facile per il fitness ma possiamo già darvi alcune indicazioni di cosa SICURAMENTE andrà(o tornerà) in voga.

Yoga, mente e non solo corpo

Un grande classico che ha avuto le luci della ribalta durante tutta la pandemia, che ha ripreso forza e vigore più che mai durante gli ultimi anni, è lo yoga. Questo momento di insicurezze, confusione, perdita di punti cardine della nostra esistenza, di debolezza fisica e soprattutto mentale, ha avvicinato anche gli animi più fitness a questa antica disciplina. Abbiamo bisogno di rilassarci, trovare equilibrio e abbiamo finalemnte(forse) capito che non esiste il corpo sano senza una mente sana.
Inoltre è economico, se praticato secondo i precetti yoga, se invece volete mostrare tutti i vostri completini di Victoria Secrets su IG, inizia a diventare estremamente oneroso! Ovvio il ritorno in follower sarà straordinario, anche se Pattabhi Joice non ne sarebbe entusiasta…

Pilates, HIIT e gli intramontabili del fitness

Ma si diciamolo, chi li ammazza questi evergreen del fitness? Fanno bene, si vedono i risultati, sono economici e li potete praticare ovunque! Che si può chiedere di più? Si vero, forse mancano un pò di originalità, ma questo dipende soprattutto dalle capacità del vostro istruttore, di usare il “metodo” senza essere ripetitivo. E poi ogni giorno escono piccoli props che possono rendervi gli esercizi veramente tosti! Provate una lezione di Power and Tone con la Myofascial Yoga Wheel, una lezione di allenamento Pilates con il foamroller, un circuito HIIT con Slider, corda e elastici! Quindi ben vengano i grandi classici, se pur rivisti e adattati alle nuove idee fitness.

Aria aperta e natura

Lo sport realizzato all’aria aperta è il solo vero standard di igiene che funziona senza discussioni.
La montagna è stata la protagonista delle vacanze 2020. E questo trend probabilmente continuerà dimostrandosi non solo una moda passeggera. Il contatto con la natura, l’aria pulita, una infinità di sentieri da scoprire sulle montagne italiane, ognuno coi suoi spazi, non tutti accalcati in spiaggia, e senza la rottura della mascherina in mezzo ai monti! Ah! Solo a dirlo provo un’infinita sensazione di benessere. Secondo la ricerca di Mintel, quasi un quarto (24%) dei ragazzi di età compresa tra 16 e 24 anni sono ora escursionisti, passando dal 16% nel 2018.
Inoltre camminare in mezzo alla natura è molto salutare anche a livello mentale, ci permette di rilassare i nostri pensieri e venir catturati dal bello che ci circonda, dimenticando per un pò i problemi quotidiani.

Inoltre in montagna è possibile praticare sport in compagnia, come climbing, bouldering, rafting  e canyoning. Speriamo di poter tornare al più presto sui monti, a camminare all’aria aperta. Perchè quello sicuramente ci fa bene al sistema immunologico, non rimanere chiusi in casa.

Wellness Challenge

Il must della quarantena sono state le challenge e i TikTok. Statistiche hanno rilevato che il numero totale di partecipazioni alle sfide ha superato i 71 milioni tra gennaio e settembre, con oltre un milione di atleti famosi che si sono uniti!

Le challenge sono un buon modo per essere competitivi e fare sport, sfidando non solo gli altri, ma anche noi stessi!

Covid-recovery class

La vera e unica novità assoluta saranno le classi per la prevenzione/recupero del COVID. Solo il tempo dirà quali saranno le ripercussioni complete del coronavirus. Ma le conseguenze per i malati finora includono cicatrici polmonari e ridotta capacità, decondizionamento muscolare e dolore, sindrome da stanchezza cronica e problemi intestinali, renali e cardiaci. Tutto ciò rende difficile tornare a fare esercizio, anche senza le ricadute sulla salute mentale.  Quindi saranno necessari dei programmi creati a misura per recuperare il benessere fisico e psicologico.

 

 


Categories: Blog