La valigia dello sportivo: survival kit per mantenersi in forma anche in vacanza

Pubblicato il Pubblicato in blog

La capacità di sintesi è un dono dato a poche persone. Soprattutto non quando si tratta della valigia di una donna.

Come tanti stereotipi sulle donne anche questo non mi appartiene, ma effettivamente in questo caso penso sia molto di più di uno stereotipo visto che tra le donne che conosco sono l’unica che è riuscita a vivere molti mesi(consecutivi) in giro per il mondo con un trolley. E vi assicuro che non mi è mai mancato nulla!

Partendo dal principio che tutto ciò che vi serve veramente può stare in 8cm x 5 e si chiama VISA(o mastercard o amex ecc ecc) poi tutto il resto viene da sè 😉

Ad ogni modo un piccolo survival kit da portarvi in vacanza per non perdere le buone abitudini non deve mancare mai. Soprattutto perchè poi mi ritornate dalle vacanze che avete perso tutta la forma guadagnata nei mesi invernali(no ragazzi fatevene una ragione che i 20 anni li avete superati e quindi è molto più facile perdere la forma fisica che riguadagnarla) e si deve ricominciare da capo con somma fatica!

Mini BlackRoll e Ball

Visto che nel trolley il Blackroll da 30cm mi impedirebbe di portarmi anche dei vestiti, non puo mancare la versione MINI, ideale per massaggio plantare e la BALL, un piccolo strumento di tortura con cui correre in soccorso di contratture in caso di bisogno.

Questi due strumenti si sono rivelati molto utili nelle mie vacanze e li apprezzerete soprattutto se vi siete addormentati in posizioni terribili sotto l’ombrellone, se avete fatto i fighi con i vostri figli dicendo: Vi faccio vedere io come si gioca a <nome di uno sport da fare in spiaggia a caso> rientrando poi a casa con dolori ovunque, o se semplicemente i troppi tornei a calcio balilla vi hanno ricordato la vostra simpatica epicondilite…

Corda per saltare

Una valida alternativa alla corsa e’ il salto della corda. No non pensate a quando eravate bambini e cantavate La vispa Teresa mentre saltavate la corda, ma pensavo a qualcosa piu’ tipo Rocky Balboa.
Il salto della corda e’ un ottimo allenamento cardio, se eseguito correttamente non e’ traumatico come la corsa per le articolazioni ma soprattutto al contrario della corsa e’ un allenamento COMPLETO per addominali, braccia e spalle, oltre che per le gambe e il fiato ovviamente.

Vi posto qua sotto un breve video introduttivo a come imparare a saltare la corda, visto che all’inizio sarà un susseguirsi di imprecazioni per continuare a inciamparci sopra. Non vi arrendete i risultati sono dietro l’angolo!

Yogi mat

Eccolo qui il pezzo forte e più ingombrante del set… ma come si fa a vivere senza? Arrotolato o piegato vedete di portarlo con voi(potete metterlo anche arrotolato sopra il vostro zaino o trolley….o usate soluzioni originali e alternative come la donna della foto 😉 Le compagnie aeree raramente fanno menate, tranne EasyJet che quella fa menate anche se hai fuori un pacchetto di scottex, ma pregate che gli occhioni dolci e il vostro fisico da atleta faccia presa sulla hostess/steward).
In attesa che il CONI si decida che ruolo conferire allo Yoga, una cosa è certa: negli ultimi anni ha subito un forte revival grazie anche alla maggiore consapevolezza e lo sdoganamento di questa disciplina da ruoli “relligios-esoterici” ai quali era stata rilegata con stereotipi di ogni genere(leggi Yoga…questo sport per anziani…).  Ora anche i grandi sportivi ne hanno scoperto i benefici e sempre più persone si sono accorte delle potenzialità di questo lavoro costante e faticoso sul nostro corpo e sulla nostra mente.
Non perdetevi l’occasione di una sessione di yoga in riva al mare. E il vostro tappetino non può mancare, perchè il rapporto che si crea tra uno yogi e il suo tappetino diventa un legame unico.


 

Matilde’s braid

Ecco qua l’ultima arrivata in casa FlyHigh! Le Matilde’s Braid. Cosa sono? Sono uno strumento polivalente per allenare braccia, gambe, anche, core, ma anche per migliorare allungamento e stretching, per riuscire a ottenere performances migliori in tutti gli sport, particolarmente consigliate per danza e pilates ma non solo!

Dall’idea della ballerina, eclettica donna chiave nel panorama del fitness e della danza Matilde de Marchi, sono in pochi giorni dal loro arrivo diventate indispensabili negli allenamenti miei e dei miei clienti.
Provare per credere!